Sistema immunitario o energia difensiva? Consigli da Wuhan

Sistema immunitario o energia difensiva? Consigli da Wuhan

Cari amici, studenti e fratelli di pratica, il momento è difficile, lo sappiamo, ed in momenti difficili come questo è normale che molti cerchino di collaborare diffondendo le loro conoscenze. Il che è una ottima cosa. Resta comunque indispensabile indirizzare al meglio le proprie forze, evitando di disperdersi in strade dai pochi risultati. Quindi, circa l’utilizzo della medicina cinese, in questo momento mi pare indispensabile fare riferimento alle pubblicazioni scientifiche dei medici che hanno applicato massicciamente tali conoscenze proprio a Wuhan, regione dove circa il 90% dei malati sono stati supportati anche grazie a preparati erboristici, moxa, agopuntura, qigong, taijiquan. Purtroppo in questo momento è improbabile procurarsi le piante cinesi consigliate per agire sul sistema immunitario, pratichiamo quindi le tecniche fisiche e respiratorie, ed adottiamo le formule di punti consigliati. Tra i vari articoli ho trovato particolarmente chiaro quello scritto dal dott  John K. Chen, che trovate QUI, vi consiglio di leggerlo, contiene anche molte altre informazioni provenienti direttamente da fonti mediche cinesi.

Per la prevenzione del Cov-19, grazie all’attivazione del sistema immunitario, l’ energia difensiva in medicina cinese, il dott. Chen suggerisce di eseguire in moxa le seguenti formule, ogni giorno, ad orari abbastanza precisi

Primo pomeriggio:         36ST (15 minuti)              12VC (10 minuti)

Sera verso le h.21,00     36ST (15 minuti)              6CV (10 minuti)

Come potete constatare è un lavoro abbastanza impegnativo, personalmente applico la moxa una sola volta al giorno, tra le h.17,00 e le h.19,00 trattando sempre 36ST ed a giorni alterni 12CV e 6CV. Certamente se ci atteniamo rigorosamente a quanto fanno in Cina è meglio…hanno curato decine di migliaia di persone, con ottimi risultati. Vi sconsiglio quindi di usare altre formule per il sistema immunitario, ne troverete sui testi e sul web a decine ma non sono state sperimentate sul campo proprio per questa malattia. La formula che ci viene dall’applicazione a Wuhan è molto semplice e bilanciata, agisce sulla capacità di stomaco e milza di acquisire sostanze nutritive che poi tonificheranno sangue ed energia difensiva, e sul rene yang parte essenziale del meccanismo di protezione del corpo. Aggiugo tavole e alcune considerazioni, estremamente sintetiche e semplificate, provenienti da diversi autori (riportati tra parentesi) circa i punti consigliati.36st

ZU SAN LI –  36ST (Nomi secondari: Xia San Li, Xia Ling, Gui Xie)

FUNZIONI:

  • Trattato al mattino tonifica l’energia yang, alla sera l’energia yin (Soulie De Moran)
  • Tonifica in toto tutta l’energia del corpo (Scuola di Beijing)
  • Tratta stomaco e milza, tonifica energia e sangue (Scuola di Shanghai)
  • -Attiva tutte le mutazioni yang del corpo, stimola la produzione di energia yang (Kespi)
  • Scaccia le nergie prevaricanti per prevenire le malattie (Auteroche)

 

ZHONG WAN -12CV (Nomi secondari: Tai Chong, Wei Mu)

FUNZIONI:

  • punto mo dello stomaco e del riscaldatore medio. Punto di riunione dei visceri.
  • Regola la distribuzione dell’energia yang a tutto il corpo. (Kespi)
  • Disperde il freddo. Scioglie gli ammassi. Distribuisce il nutrimento. (Duron)ren6
  • Tratta lo stomaco, elimina l’umidità. (Scuola di Shanghai)

 

QI HAI –  6CV (Nomi secondari: Xia Qi Hai, Dan Tian, Huang Yuan, Ming Men)

  • Incrementa l’energia yang ed il qi. Tonifica i reni, consolida il jing. (Auteroche)
  • Garantisce la corretta nutrizione dell’uomo tramite energia e sangue. (Kespi)
  • Mare dell’energia. Scaccia il vento-freddo. Scalda e fa circolare energia nel Ren Mai. (Duron)

Per concludere vi ricordo che ho già dedicato un breve articolo con video agli esercizi di qigong che mi paiono più indicati, eccolo: http://www.wuweituina.it/sei-suoni-risananti/ , resta il fatto che qualsiasi tipo di qigong incrementa la circolazione energetica e  quindi funzionerà.

Un vigoroso abbraccio a voi con l’auspicio che i corsi in aula della nostra Scuola di Tuina e Qigong riprendano al più presto… nel frattempo proseguiamo con gli incontri on-line))). Gabriele

Bibliografia

Soulie de Moran, Acupuncture Chinoise, S.A. Editeur, Paris,1985

F. Perrey, Les Points, AFA, Paris,1988

J.M. Kespi, Acupuncture, Maisonneuve, Paris 1982

P. Deadman, M. Al-Khafaji, Manuale di Agopuntura, Schede dei Punti, CEA, Milano, 2000

Commenti Facebook

Commenti Facebook

Administrator